Le imprese, in quanto soggetti obbligati ad interagire per via telematica con le Pubbliche Amministrazioni ai sensi dell'art.14.2 della Legge 39/2015, del 1 ottobre, di procedura amministrativa comune e delle Pubbliche Amministrazioni (LPACAP), devono espletare le procedure per via telematica utilizzando i sistemi di identificazione e firma elettronica stabiliti per ciascun caso. La situazione ideale sarebbe che queste persone giuridiche interagissero con le Pubbliche Amministrazioni dai loro dispositivi, ma non è sempre possibile per loro.

Pertanto, sebbene il LPACAP non richieda l'assistenza di soggetti obbligati, ci troviamo in un contesto di piena transizione verso l'Amministrazione Digitale, quindi è opportuno che gli Uffici di Assistenza alla Registrazione (OAMR) forniscano questa assistenza anche alle persone costrette a interagire elettronicamente.

L'assistenza potrebbe consistere nella messa a loro disposizione di spazi con dispositivi elettronici che consentano loro di svolgere le procedure dalla sede dell'OAMR. Pertanto, le aziende devono disporre di un sistema di identificazione e firma elettronica approvato, oppure chiedere all'Amministrazione come ottenerlo.

Nulla vieta ai rappresentanti di società di poter firmare mediante firma biometrica in tali spazi, ferma restando la necessità di accreditare la loro rappresentanza attraverso qualsiasi sistema consentito dalla legge, purché il Registro delle Procure previsto dal LPACAP non è disponibile.

Contesto giuridico

Legge 39/2015

Articolo 53. Diritti dell'interessato nel procedimento amministrativo.

“1. Oltre agli altri diritti previsti dalla presente legge, gli interessati ad un procedimento amministrativo hanno i seguenti diritti:

[…]

f) Ottenere informazioni e indicazioni sui requisiti legali o tecnici che le vigenti disposizioni impongono ai progetti, azioni o applicazioni che si propone di realizzare. ”

Articolo 12. Assistenza nell'uso dei mezzi elettronici agli interessati.

“2. Le pubbliche amministrazioni devono coadiuvare nell'uso dei mezzi elettronici gli interessati non compresi nei commi 2 e 3 dell'articolo 14 che ne facciano richiesta, soprattutto per quanto riguarda l'identificazione e la firma elettronica, la presentazione delle domande tramite il registro elettronico generale e l'ottenimento copie autentiche.

Parimenti, qualora qualcuno di tali soggetti interessati non disponga dei mezzi elettronici necessari, la loro identificazione o firma elettronica nel procedimento amministrativo può essere validamente effettuata da un pubblico ufficiale utilizzando il sistema di firma elettronica di cui sono dotati. In tal caso, l'interessato che non disponga dei mezzi elettronici necessari deve identificarsi presso il funzionario e dare il proprio consenso espresso a tale azione, che deve essere trascritta nei casi di contenzioso o contenzioso.

Soluzioni correlate



Powered by Zendesk