Ai sensi dell'articolo 41 della legge 39/2015, del 1 ottobre, sulla procedura amministrativa comune delle pubbliche amministrazioni (LPACAP), l'interessato può individuare nella propria domanda un indirizzo di posta elettronica del dispositivo e/o un indirizzo di posta elettronica indirizzo e-mail utilizzato per inviare avvisi a scopo di notifica.

Le Amministrazioni dovranno pertanto inviare una comunicazione al dispositivo elettronico e/o all'indirizzo di posta elettronica indicato nel modulo, per informare l'interessato del conferimento di una comunicazione all'ufficio elettronico o all'indirizzo elettronico unico abilitato.

Tuttavia, nonostante tale obbligo da parte dell'Amministrazione di inviare l'avviso di notifica ogniqualvolta l'interessato abbia espresso la volontà di riceverlo, l'ultimo comma dell'articolo 41 del LPACAP afferma che la mancanza di pratica tale avviso non impedisce al notifica da ritenersi pienamente valida.

In altre parole, l'assenza dell'avviso non costituisce un vizio tale da invalidare la prassi della notifica.

Conseguentemente, non sembra logico che la mancata consegna – seppur possa arrecare danno a terzi – sia addotta come anomalia nel disbrigo del procedimento che potrebbe far presupporre “ un funzionamento anomalo di un servizio pubblico ”, necessario affinché la responsabilità patrimoniale della Pubblica Amministrazione possa concorrere.

Contesto giuridico

Legge 39/2015

Articolo 41. Condizioni generali per la pratica delle notifiche.

" 1. [...]

Indipendentemente dalle modalità utilizzate, le comunicazioni sono valide purché consentano la prova del loro invio o messa a disposizione, della ricezione o dell'accesso da parte dell'interessato o di un suo rappresentante, delle loro date e orari, del contenuto completo. identità affidabile del mittente e del destinatario. L'accreditamento della notifica effettuata è incluso nel fascicolo

[…]

6. Inoltre, l'interessato può individuare un dispositivo elettronico e/o un indirizzo di posta elettronica che sarà utilizzato per l'invio delle comunicazioni disciplinate nel presente articolo, ma non per le notifiche.

Indipendentemente dal fatto che la comunicazione sia effettuata su supporto cartaceo o con mezzi elettronici, le pubbliche amministrazioni devono inviare una comunicazione al dispositivo elettronico e/o all'indirizzo di posta elettronica dell'interessato che ha comunicato, al fine di informarlo dell'avvenuta fornitura di un avviso nella sede elettronica dell'Amministrazione o organo corrispondente o nell'unico indirizzo di posta elettronica abilitato. Il mancato rispetto di tale avviso non impedisce che la notifica sia considerata pienamente valida."

Soluzioni correlate


Powered by Zendesk