La legge 39/2015, del 1 ottobre, sulla procedura amministrativa comune delle pubbliche amministrazioni, stabilisce che, indipendentemente dai mezzi utilizzati, le comunicazioni sono valide purché consentano la prova del loro invio o messa a disposizione, della ricezione o dell'accesso da parte dell'interessato parte o suo rappresentante, delle date e degli orari, del contenuto completo e dell'identità affidabile del mittente e del destinatario. L'accreditamento della notifica effettuata deve essere incluso nel fascicolo.

Prevede invece che le comunicazioni per via telematica debbano essere effettuate presentandosi presso la sede telematica dell'Amministrazione o tramite l'unico indirizzo autorizzato. In questo senso, la piattaforma eNOTUM garantisce l'accesso e la pratica della notifica come ulteriore servizio del portafoglio del cittadino.

Ciò che dovrà essere abilitato in pratica è che se l'interessato, tenuto o meno a ricevere le notifiche elettroniche, si presenta spontaneamente presso gli uffici di assistenza alla registrazione, la notifica deve essere fatta in quel momento se così richiesto. il fascicolo elettronico.

Per quanto riguarda la data di effettiva pratica della notifica nel caso di soggetti obbligati a ricevere notifiche elettroniche, sarà quella che compare come data di notifica nell'eNOTUM. Oggi questa piattaforma non consente l'invio di una notifica di persona, ma questa interpretazione è simile a quanto avviene nel caso di presentazione delle domande faccia a faccia da parte di una persona obbligata a trattare elettronicamente.

Contesto giuridico

Legge 39/2015

Articolo 41. Condizioni generali per la pratica delle notifiche .

"1. Le comunicazioni sono effettuate preferibilmente con mezzi elettronici e, comunque, quando l'interessato è obbligato a riceverli con tale mezzo.

Tuttavia, le amministrazioni possono esercitare le notifiche con mezzi non elettronici nei seguenti casi:

a) Quando la comunicazione è effettuata in occasione della spontanea comparizione dell'interessato o di un suo rappresentante presso gli uffici di assistenza in materia di iscrizione e chiederne in quel momento la comunicazione o la notifica personale.

b) Quando, al fine di garantire l'efficacia dell'atto amministrativo, sia necessario effettuare la notifica mediante consegna diretta di un pubblico dipendente dell'Amministrazione notificante.

Indipendentemente dalle modalità utilizzate, le comunicazioni sono valide purché consentano la prova del loro invio o messa a disposizione, della ricezione o dell'accesso da parte dell'interessato o di un suo rappresentante, delle loro date e orari, del contenuto completo. identità affidabile del mittente e del destinatario. L'accreditamento della notifica effettuata è incluso nel fascicolo.

[...] . "

Articolo 43. Pratica delle notifiche per via elettronica.

"1. Le comunicazioni per via telematica sono effettuate mediante comparizione presso la sede telematica dell'Amministrazione o dell'organo facente funzione, tramite l'unico indirizzo di posta elettronica abilitato o mediante entrambi i sistemi, così come forniti da ciascuna Amministrazione o organo. .

Ai fini del presente articolo, per accesso all'ufficio telematico si intende l'accesso, da parte dell'interessato o di un suo rappresentante debitamente identificato, al contenuto della comunicazione.
Soluzioni correlate