Primo. La domanda deve essere accolta.

Secondo. L'interessato deve essere informato di essere un soggetto obbligato ad interagire per via telematica con l'Amministrazione. A questa fine:

  • Gli uffici di assistenza alla registrazione (OAMR) dovrebbero disporre di un modello di richiesta di modifica a causa dei mezzi utilizzati nel trattamento, per consegnarli alle parti interessate tenute al trattamento elettronico.
  • Si raccomanda di farne richiesta nello stesso atto in cui viene iscritta nel registro la presentazione faccia a faccia della domanda. Poiché la richiesta si riferisce solo alla modifica del metodo di elaborazione, ciò potrebbe essere fatto dall'attuale OAMR.
  • La richiesta avviserà che devono modificare la domanda mediante invio elettronico.
  • La richiesta informerà che, in ogni caso, la data di presentazione della domanda sarà la data in cui è stata apportata la modifica e non la data di presentazione faccia a faccia.

Si ricorda che in base alla Legge 39/2015, del 1 ottobre, sulla procedura amministrativa comune delle pubbliche amministrazioni (LPACAP), l'obbligo di trattamento telematico da parte di alcuni soggetti è entrato in vigore il 2 ottobre 2016.

Tuttavia, è opportuno che le Pubbliche Amministrazioni fissino una data per l'attuazione di tale obbligo, tenendo conto di quanto segue:

  • È necessario inserire nel catalogo delle procedure le informazioni per i soggetti obbligati su come devono realizzare la presentazione delle domande e il contributo della documentazione, ea partire da quale data.
  • Benché la normativa non lo preveda, è opportuno prevedere modalità di assistenza per quei soggetti obbligati che dichiarano di non disporre delle risorse sufficienti o delle conoscenze necessarie per svolgere le procedure elettroniche.
  • Sarebbe opportuno tenere sessioni di informazione/sensibilizzazione rivolte ai soggetti obbligati.
  • Occorre inoltre prevedere la messa a disposizione di mezzi tecnologici adeguati al personale dell'Amministrazione che lo richieda (ad esempio doppio schermo per architetti e ingegneri; programmi che consentano di misurare i progetti on line, ecc.).
  • Per l'effettiva attuazione dell'obbligo del personale al servizio dell'AAPP, bisognerà considerare anche come assistere quei gruppi che abitualmente non lavorano con un computer (ad esempio personale addetto alla manutenzione della città, asili nido, polizia locale, ecc.).
Contesto giuridico

Legge 39/2015:

Articolo 68. Modifica e miglioramento della domanda.

“4. Qualora uno dei soggetti di cui agli articoli 14.2 e 14.3 presenti di persona la propria domanda, le pubbliche amministrazioni devono chiedere all'interessato di ripararla attraverso il proprio invio telematico. A tal fine si considera come data di presentazione della domanda la data in cui è stata apportata la modifica.

Soluzioni correlate


Powered by Zendesk